LA CRISTALLOGIA

La Cristallogia (già nota come cristalloterapia) è una pratica che aiuta le persone a ritrovare il benessere psicofisico. Ogni cristallo infatti possiede un “campo energetico” proprio ed ha la capacità di entrare in contatto con ogni forma vivente del regno animale. Il cristallo opera nel corpo umano sui piani definiti come “fisico-emotivo-mentale” e spirituale, riportando equilibrio e armonia.

I minerali sono strutture incredibilmente armoniche, in grado di riordinare qualsiasi forma di energia che gli passi attraverso.

Ogni cristallo, ma anche l’ambra e le perle, in base ad alcune particolari caratteristiche, agiscono in modo specifico, assorbendo forze in eccesso, o donando energia. Con il passare degli anni, e grazie ad una sempre maggiore sensibilizzazione degli uomini verso alcune tematiche legate al potere del corpo eterico e delle forze che ne garantiscono il benessere, i nuovi metodi olistici stanno riscontrando sempre più consensi. È importante capire che i minerali e i cristalli possono considerarsi "vivi" poiché attraverso l’energia della terra che hanno immagazzinato per migliaia e migliaia di anni, trasformandosi in meraviglie della natura tra le viscere del pianeta, potenziano la struttura energetica umana, aiutando a combattere e prevenire i mali dovuti alle disarmonie dei vari "corpi sottili", prima che queste si riversino nel nostro corpo fisico. La Cristallogia e discipline simili, che prevedevano l'utilizzo dei cristalli, affondano le radici nell’antichità: da sempre i minerali vengono utilizzati dalle popolazioni indiane, celtiche, fino agli aborigeni australiani e agli indiani d’America, per creare amuleti, portafortuna, per dare coraggio e infondere equilibrio. Ridotti in polvere e ricavandone pozioni, venivano impiegati contro malattie e disturbi fisici già migliaia di anni fa. Oggi, gli effetti benefici ottenuti dall'utilizzo delle pietre, assieme allo sviluppo di nuove apparecchiature scientifiche, stanno portando diversi ricercatori a riconsiderare la reale efficacia di questi minerali, i cui effetti chimici e elettromagnetici sul corpo e sulla mente umana sono ancora in fase di analisi.

Perché

Cristallogia

LE RAGIONI

DI UN NOME

Perché usiamo il termine Cristallogia e non Cristalloterapia?
A beneficio di tutti coloro che si sono meravigliati di fronte a questo termine, che non è certo una licenza poetica, ne spieghiamo la scelta: esiste una legge, la 4/2013, che disciplina le professioni non regolamentate, tra cui rientra la cristalloterapia. Nonostante la legge possa essere considerata più o meno discutibile, essa regolamenta anche chi opera nel settore olistico, vietando a chiare lettere l'uso di parole improprie. Pertanto il termine "terapeuta" collegato all'uso olistico dei cristalli è da considerarsi scorretto in quanto, come riportato sul De Mauro/Paravia, il termine viene così definito:

TS med. 1. studioso, esperto di terapeutica
2. medico competente nella prescrizione e nell’applicazione di terapie cliniche e farmacologiche: un terapeuta noto,insigne
3. TS psic. => psicoterapeuta.


Quello che stiamo cercando di fare con la nostra Accademia Nazionale di Cristallogia (settore olistico di Strangedays) è di dare un'impronta di professionalità e serietà al lavoro che molti di noi svolgono già da anni con dedizione e amore. A breve lo Stato effettuerà dei controlli e ci sarà una maggiore rigidità nel settore olistico. Questo, benché a prima vista possa apparire limitante, è in verità una garanzia a maggior tutela degli utenti, che spesso si trovano a doversi orientare in una giungla di operatori olistici di vario genere, non sempre qualificati. Le porte sono aperte per chiunque volesse dare il proprio contributo per la crescita di una disciplina con enormi potenzialità.